Repubblica italiana

Repubblica italiana

Regione Campania

Regione Campania

Unione europea

Unione europea

Provincia di Napoli

Provincia di Napoli

Comune di Pozzuoli

Comune di Pozzuoli

AACST Pozzuoli

Azienda Autonoma Cura, Soggiorno e Turismo - Pozzuoli

Consigliera di paritŕ

Consigliera di Paritŕ della Provincia di Napoli

Archivio cortometraggi
Le sorelle Swarionsky

Le sorelle Swarionsky, di Valeria Baffè e Laura Raimondo

Cuore namibiano

Cuore namibiano, di Antonella Zucchini

Monochrome

Monochrome, di Francesca Staasch

I fili di Arianna

I fili di Arianna, di Giulia Secreti

La prossima svolta

La prossima svolta, di Teresa Dell'Aversano

Barrio Bizarro

Barrio Bizarro, di Pamela Gionco

Arie sottili - Giovanni Sollima

Arie sottili - Giovanni Sollima, di Lavinia Longo

Domestic Flight

Domestic Flight, di Julie Edwards

To fly or fall

To fly or fall, di Kathi Prosser

L'ultima seduta

L'ultima seduta, di Elisabetta Rocchetti

La telefonata

La telefonata, di Eleonora Ievolella

Punti di vista

Punti di vista, di Cecilia Maggio

Voci di donne native e migranti

Voci di donne native e migranti, di Rossella Piccinno

Non vedo l'ora

Non vedo l'ora, di Barbara Folchitto e Giulia Troiano

Dad, Look...

Dad, Look..., di Bohdana Smyrnova

Private Life

Private Life, di Abbé Robinson

Scheda corto

Home

Fermo  immagine

Lista corti

DREAM_2622.DGD

  • Regia: Simona Sdic
  • Edizione: III Edizione
  • Anno di produzione: 2006
  • Durata: 3'
  • Soggetto: Simona Sdic
  • Sceneggiatura: Simona Sdic
  • Interpreti: Cristiana Chiarantini
  • Montaggio: Simona Sdic, Andrea Bruno, Roberto My
  • Fotografia: Simona Sdic
  • Musica:
  • Suono:
  • Produzione: Bebrown Multimedia
  • Genere: Videoarte
  • Formato originale: Mp4
  • Sinossi: In un prossimo futuro ipertecnologico esisterĂ  un’estensione file .dgd (digital dream): sogni digitali su microchip pronti a essere introiettati nella mente delle persone. Una donna di sapore un po’ retrò, in una cittĂ , Firenze, dove l’antico convive con l’assalto della modernitĂ  (mass-tourism, melting pot culturali, tecnologia) e una giornata trascorsa a metĂ  tra la creazione (lo sguardo alle cose, il lavoro, gli incontri) e l’alienazione che si conclude in una casa anni ’50, con la passiva e ancora necessaria visione di un sogno. Quello preferito del momento.
  • Biofilmografia della regista: Simona Sdic proviene dal mondo della comunicazione aziendale e del giornalismo. “Dream_2622.dgd” è il suo primo lavoro audiovisivo.