Repubblica italiana

Repubblica italiana

Regione Campania

Regione Campania

Unione europea

Unione europea

Provincia di Napoli

Provincia di Napoli

Comune di Pozzuoli

Comune di Pozzuoli

AACST Pozzuoli

Azienda Autonoma Cura, Soggiorno e Turismo - Pozzuoli

Consigliera di parit

Consigliera di Parit della Provincia di Napoli

Archivio cortometraggi
Monochrome

Monochrome, di Francesca Staasch

Il tesoro

Il tesoro, di Simonetta Funel

Vernissage!...1607, Caravaggio

Vernissage!...1607, Caravaggio, di Stella Leonetti

L'ombra di Eva

L'ombra di Eva, di Maria Manna

Las Camas Solas

Las Camas Solas, di Sandra Gómez

She wanted to be burnt

She wanted to be burnt, di Ruth Paxton

George chi?

George chi?, di Roberta Butti, Anna Assenza

Naufraghi

Naufraghi, di Federica Pontremoli

E' femmina, no?

E' femmina, no?, di Silvia Novelli

Streets of Mumbai

Streets of Mumbai, di Alda Terracciano

Indelebile

Indelebile, di Elisabetta Bernardini

Deo

Deo, di Gisella Vacca

Una sporca vacanza

Una sporca vacanza, di Cinzia Sarto

Questa notte è volata via

Questa notte è volata via, di Elisa Bertolotti

Estrella

Estrella, di Belén Herrera

Coming out

Coming out, di Pici Pápai

L’ottava edizione di “A Corto di Donne”, rassegna di cortometraggi al femminile, organizzata dal comune di Pozzuoli, in collaborazione con le associazioni culturali ‘A Corto di Donne’, ‘Quicampiflegrei’ e ‘Diálogos’, si è svolta a Pozzuoli (NA), presso il Complesso Agave Hotel e il Polo Culturale Palazzo Toledo, dal 18 al 21 giugno 2015.

logo

Trentanove cortometraggi, selezionati tra le oltre 300 opere iscritte da 40 paesi di tutto il mondo, sono stati presentati in concorso, nelle quattro categorie in cui è articolato il festival: animazione, documentari, fiction, sperimentale. Tra questi, film provenienti dall’Iran e dall’Australia, dal Canada e dagli Stati Uniti, dalla Palestina al Kosovo, dall’Ucraina alla Spagna, dalla Germania alla Spagna, dalla Francia alla Polonia, oltre che dall’Italia e da altri paesi europei.

Per la sezione Animazione, la giuria formata da Giusi Buondonno, Rosario D’Uonno e Patrizia Rinaldi, ha premiato come miglior cortometraggio “Fongopolis”, di Joanna Kożuch (Slovacchia). Menzione speciale a “Inverno e ramarro”, di Julia Gromskaya (Italia), e a “From the eastern lands”, di Sarah Tabibzadeh (Iran).

La giuria della sezione Documentari, composta da Francesca Amitrano, Costanza Boccardi e Antonio Borrelli, ha assegnato il premio come miglior cortometraggio a “Superunit”, di Teresa Czepiec (Polonia). Menzione speciale a “Zima”, di Cristina Picchi (Russia - Francia). Segnalazione per “Marricord” , di Maria Manfredi (Italia).

Per i cortometraggi di Fiction, valutati da una giuria composta da Antonietta De Lillo, Maurizio Di Rienzo e Cristina Donadio, il premio va a “Das Alte Böse Wir”, di Lily Erlinger (Germania). Menzione speciale per la regia a “Mur”, di Andra Tévy (Francia). Menzione speciale a “The Guard”, di Nora Niasari (Australia).

Per la sezione Sperimentale, la giuria formata da Lucia Ausilio, Lamberto Lambertini e Lalla Quintavalle, ha premiato come miglior cortometraggio “Sopra Elevata”, di Emanuela Liverani (Italia). Menzione speciale a “Tracce nascoste”, di Mena Rusciano (Italia).

Il premio “Giuria Giovani”, assegnato da una rappresentanza di 60 studenti degli istituti superiori flegrei, va a: “From the eastern lands”, di Sarah Tabibzadeh (Iran), per l’Animazione; “Je te le rappelle, tu t’en souviens”, di Valérie Osouf (Francia), per la categoria Documentari; “Ballkoni”, di Lendita Zeqiraj (Kosovo), per la sezione Fiction; “Sopra Elevata”, di Emanuela Liverani (Italia), per la categoria Sperimentale.

La direzione del festival ha infine assegnato il premio speciale al miglior cortometraggio italiano, individuato tra tutti i lavori selezionati, a “Due piedi sinistri”, di Isabella Salvetti.

Scarica l’elenco completo dei premi e le relative motivazioni.

“A Corto di Donne” offre uno spazio di confronto alle filmmaker di tutto il mondo che esprimono, attraverso un linguaggio cinematografico di sperimentazione e innovazione, un punto di vista originale e creativo sulla società e i fenomeni del nostro tempo.

Ulteriori informazioni possono essere richieste inviando una e-mail a info@acortodidonne.it oppure telefonando al numero (+39) 347.6675.785.

Questa iniziativa è contro il "sistema" della camorra

sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor sponsor